Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie. Privacy

OK

BIO

Cantautrice, interprete e artista, Nicoletta Marchica, in arte Marquica nasce a Tirano e si trasferisce a Milano nel 2000 dove studia Musical con Loretta Martinez e Cristina Mascolo. Prosegue al M.A.S. con Francesco Lori, Max Elli e Daniele Ziglioli. Pubblica i suoi primi singoli, "Sol Amor Y Mar" con la Warner, divenuto spot Lipton, e "Easy"con l'etichetta Sony con il quale prende parte al Tour italiano di R.T.L. 

Marquica è protagonista di molti eventi musicali, Tim Tour, Motor Show di Bologna dove interpreta "La storia del rock dagli anni '50 ad oggi" presentata da Red Ronnie; è sua la voce della campagna Renault Mild Seven. Come vocalist Marquica collabora con deejay di fama internazionale come Martin Solveig, Benny Benassi, Davide Polettini, Luca Fregonese, Eric Morillo e Antonio Alagni. Nel 2005 diventa la voce dei Dirotta su Cuba con i quali scrive "Jaz" da cui verranno estratti tre singoli: L'Iguana, Amore Normalissimo e Genio della lampada, cui seguiranno molti concerti nei migliori Club italiani. Nicoletta è inoltre modella e canta per le promozioni Mediaset del programma "Top of the Pop", per Vodafone e Pompea. Si esibisce in uno dei templi italiani della musica jazz, il Blue Note di Milano, nella rivisitazione jazz del celebre "West Side Story" accompagnata da Fabrizio Bernasconi, Daniele Comoglio, Rino di Pace, Daniele Moretto, Claudio Pascoli, Marco Mangelli e Stefano De Maco. Tanti i live dove Marquica fa registrare il sold out: Salumeria della Musica, Blueshouse, Bonaventura, ZioLive. All'inizio del 2013 Marquica inizia a scrivere e produrre il suo disco solista "La Teoria della Ghianda" anticipato dal video del brano "La mia escort" diretto dal regista Daniele Piras che affronta questa nuova e moderna figura in chiave cruda e reale. Un progetto di 12 canzoni arrangiate insieme all'amico bassista William Nicastro, dove le sonorità black-soul che caratterizzano il timbro dell'artista si contaminano del miglior cantautorato italiano. Il disco prende il nome dal primo capitolo del libro del grande psicologo James Hillman "Il codice dell'anima"; si parla di emozioni e amore, di temi caldi e attuali come la figura della escort, dell'ultimo giorno della terra, di tenerezza materna, di autostima e rispetto, verso il mondo e sé stessi.

 

ASCOLTA alcuni BRANI e INTERVISTE di MARQUICA:                                                            

                                                                                                       

Fibre     

Risvegli 

Electra 

Fabio Ricci per MusicaEventiMilano

Consigli musicali - Parte 1

Consigli musicali - Parte 2

Programma Angoli

GALLERIA FOTO